STAGIONE TEATRALE TINNIFOLI 2017/2018

PRESENTAZIONE 

L’associazione culturale BRETELLE LASCHE presenta la 11A rassegna “TINNIFOLI”, dedicata a Paolo Dego e a Mirco Gaio, che si articolerà in 6 spettacoli tra sabato 07 Ottobre 2017 e sabato 10 Febbraio 2018 e si terrà presso l’auditorium dell’Istituto Canossiano di Feltre.
Prosegue l’impostazione, ormai consolidata, di attingere al panorama professionistico, affiancando ad esso le migliori compagnie amatoriali nazionali e mantenendo il consueto approccio che garantisce la proposta di pièce di generi diversi.

La scelta rimane comunque quella di proporre spettacoli a costi sostenibili, in modo che i singoli, ma soprattutto i nuclei familiari numerosi possano accedere con relativa facilità a questa opportunità ricreativo-culturale.
In questo senso, considerando anche che da sempre la stagione non riceve contributi pubblici, la ricerca di spettacoli di qualità ma che consentano di mantenere l’equilibrio finanziario della manifestazione è una sfida avvincente ancorchè onerosa.

Da rimarcare a maggior ragione il sostegno dei numerosi sponsor, fidelizzati, che hanno compreso l’importanza del proprio contributo alla dimensione sociale della comunità su cui insistono, senza che per questo vi siano richieste di benefici di ritorno se non quelli legati alla riconoscenza degli organizzatori.
Continua, inoltre, l’impegno rivolto al progetto “Rianimazione aperta”: la rassegna TINNIFOLI, per il tramite del soggetto organizzatore BRETELLE LASCHE, verserà infatti un contributo al reparto stesso (l’importo è destinato a sostenere il costo di inserimento della figura di uno psicologo a supporto dei pazienti, delle famiglie e del personale).

Andrea Carazzai

Programma 2017/2018 pdf

INFO e PRENOTAZIONI

tinnifoli@gmail.com

349.3449478       Tutti i giorni dalle 19.00 alle 21.00 eccetto il giorno dello spettacolo,

                            dalle 10.00 alle 13.00

BIGLIETTI e ABBONAMENTI

Interi 11.00 euro
Ridotti soci COOP 10.00 euro (con esibizione tessera personale)

Ridotti studenti 9.00 euro (fino a 25 anni)
Abbonamenti 50.00 euro (posti riservati) – Valido per 6 spettacoli

Ritiro biglietti in cassa a partire dalle 19.30

NOTE IMPORTANTI

  I biglietti e gli abbonamenti possono essere ritirati direttamente presso il negozio TAGLIA E CUOCI in PIAZZA ISOLA1 a Feltre (chiuso il lunedì mattina), entro le ore 18.00 del venerdì antecedente lo spettacolo (PRELAZIONE ABBONATI FINO A LUNEDI’ 28 AGOSTO2).

  I biglietti per il primo spettacolo saranno disponibili dal 18 Settembre.

  Per questioni organizzative e contabili i biglietti ritirati NON VERRANNO RIMBORSATI IN NESSUN CASO (né in negozio né alla cassa la sera dello spettacolo)

  I biglietti per gli spettacoli successivi saranno disponibili a partire dal mercoledì successivo allo spettacolo precedente.

  IL PROGRAMMA POTRA’ SUBIRE VARIAZIONI PER CAUSE NON DIPENDENTI DALLA VOLONTA’ DEL SOGGETTO ORGANIZZATORE

  SE RICHIESTA VERRA’ RILASCIATA RICEVUTA PER IL BONUS DESTINATO ALL’ AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DEGLI INSEGNANTI (Nota Bene: Visto il continuo cambiamento della normativa non si assicura che la ricevuta venga riconosciuta per il BONUS)

CONVENZIONI

Presentando il biglietto o l’abbonamento sarà possibile usufruire di agevolazioni presso il ristorante La Casona (solo prima dello spettacolo), Bandalarga Cafè (prima dello spettacolo, con prenotazione obbligatoria), la pizzeria Sole di Napoli (prima e dopo lo spettacolo)

  • RISTORANTE LA CASONA – sconto 10% sul menù alla carta.
  • BANDALARGA CAFÈ – sconto 10% sul menù alla carta SOLO SU PRENOTAZIONE- (cell.320.0110323 – mail bandalargacafe2@gmail.com)
  • PIZZERIA SOLE DI NAPOLI – pizza o insalatona+ bibita/birra piccole o 1⁄2 acqua + caffè – 12,00€

 

SI RINGRAZIANO PER IL CONTRIBUTO E LA COLLABORAZIONE

COMUNE DI FELTRE

COOP ALLEANZA 3.0 supermercati e grande distribuzione

AGMA arredo inox professionale – FOCUS cucine a legna e attrezzature alberghiere – AGENZIA DALLA RIVA di Paola Antoniol, compravendite immobiliari ed affittanze – BIRRERIA PEDAVENA birreria e ristorante – ALLMATIC cancelli, portoni, tapparelle e automazioni – L’AMBIENTE arredamenti – BANDA LARGA CAFÈ internet cafe’ e piccola ristorazione – BIZZOTTO home edition arredo casa – DAL ZOTTO CECILIO imbiancature – DESTRO PAOLO accessori e componenti per la moda – ECS apparecchiature elettroniche – DALCOS progettazione e sviluppo eyewear – GIOIELLERIA PASA gioielleria a Lentiai – GOLINRECYCLING recupero rottami metallici – HIGECO sistemi di monitoraggio e telecontrollo – ONORANZE FUNEBRI PIAVE discrezione e professionalità del servizio- OOKII stampi e componenti; PANIFICIO ZOLLET negozi di Feltre e Foen – PASTICCERIA GARBUIO pasticceria e catering – VALTER LIRA promotore finanziario fideuram – HOTEL RISTORANTE LA CASONA albergo e ristorante – IMECO coperture industriali – TAGLIA E CUOCI articoli per la casa – SCONFINI DI CURA associazione per la “Rianimazione aperta”

PROGRAMMA IN ABBONAMENTO (6 SPETTACOLI)

SABATO 07 Ottobre 2017/ore 20.45

AUDITORIUM ISTITUTO CANOSSIANO DI FELTRE 

I PROMESSI SPOSI liberamente tratto dal testo di A.Manzoni

Compagnia teatrale TEATRO DELLE ARANCE, SAN DONA’ DI PIAVE (VE) 

www.teatrodellearance.it

Tipo di pubblico: PER TUTTI – Genere: Commedia
Una nuova compagnia teatrale costruita da e su Giovanna Digito, attrice e regista la cui immensa verve comica il pubblico ha conosciuto sul palcoscenico di Tinnifoli (Veci se Nasse, Betoneghe).

Dalle note di regia

Un allestimento vivace e ritmato con dialoghi, balletti, musiche ed ambientazioni che accompagneranno lo spettatore in una kermesse di spassoso divertimento.
Immutate le tematiche: Amore, Fede, Potere e Giustizia, rappresentate attraverso i personaggi originali del romanzo e interpretati con spiccata ironia da nove attori, in una essenziale scenografia, in cui non mancheranno però preziosi effetti di illuminotecnica.

Un’opera originale e tradizionale allo stesso tempo, allestito per ottenere il gradimento del pubblico

SABATO 28 Ottobre 2017/ore 20.45

AUDITORIUM ISTITUTO CANOSSIANO DI FELTRE 

ROMEO E GIULIETTA: L’AMORE È SALTIMBANCO di Marco Zoppello

Compagnia teatrale STIVALACCIO TEATRO, Scorzè (VE) 

Tipo di pubblico: PER TUTTI – Genere: Teatro popolare e commedia dell’arte
Tre attori, acrobati dell’interpretazione, fluttuano leggeri e sicuri dentro e fuori i mille personaggi richiesti dalla storia, in un caleidoscopico stratificarsi di dialetti, maschere e situazioni fuse alla perfezione in un contesto condito di ogni ben di Dio.

Dalle note di regia

Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di dare spettacolo in onore del principe. Mica una storia qualunque, certo che no, la più grande storia d’amore che sia mai stata scritta: Romeo e Giulietta.
Due ore di tempo per prepararsi ad andare in scena, provare lo spettacolo ma soprattutto: dove trovare la “Giulietta” giusta, casta e pura, da far ammirare al principe Enrico?

Ed ecco comparire nel campiello la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta. Si assiste dunque ad una “prova aperta”, alla maniera dei comici del “Sogno di una Notte di Mezza Estate”, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.

SABATO 18 Novembre 2017/ore 20.45

AUDITORIUM ISTITUTO CANOSSIANO DI FELTRE 

PRINCIPESSE E SFUMATURE di e con CHIARA BECCHIMANZI

Tipo di pubblico: ADULTO – Genere: Monologo brillante
Vincitore del Premio Comedy al Roma Fringe Festival 2016, inserito nella top ten dei migliori spettacoli teatrali da Media e Sipario, “Principesse e Sfumature” di e con Chiara Becchimanzi, è un pezzo esilarante e intelligente, per ridere (e forse piangere) in maniera mai banale sulla sessualità raccontata da una donna alle stesse donne e agli uomini, posti davanti a una “tragica verità” su cui riflettere… di cuore, come di cuore e sincero è questo spettacolo che in scena al Roma Fringe Festival e nelle rappresentazioni successive ha conquistato stampa, critici e pubblico

Dalle note di regia

Una donna sull’orlo della crisi dei 30 anni, una indefinita psicoterapeuta dalla voce suadente, e molte domande: perché le donne di oggi devono essere per forza “tutto”? Cosa vuol dire sottomissione femminile in un contesto in cui una patacca editoriale come “50 sfumature di grigio” vende lo stesso numero di copie di “Don Chisciotte”? Cosa vogliamo, a letto, da un uomo? Perché non sempre riusciamo a chiederlo? Quali sono i nostri modelli estetici, e soprattutto emotivi? Perché spesso siamo portate ad accontentarci, a sacrificarci?

La prima volta. Le relazioni. Sentirsi belle. Sesso. Sesso da soli, sesso insieme, sesso raccontato, sesso immaginato. Gli uomini. Le principesse e le spade. Principesse e Sfumature si interroga sulla femminilità, sulle relazioni, sulle idiosincrasie della sensualità/sessualità. Un ragionamento sincero e sentito, in grande rapporto col pubblico, senza mai prendersi troppo sul serio.

SABATO 16 Dicembre 2017/ore 20.45

AUDITORIUM ISTITUTO CANOSSIANO DI FELTRE 

THE SHOW MUST GO ON di Bretelle Lasche
Compagnia teatrale BRETELLE LASCHE
Tipo di pubblico: PER TUTTI – Genere: Commedia

Il nuovo lavoro corale della Compagnia bellunese Bretelle Lasche, che dopo il successo di “Ai Ferri Corti Nel Parco”, prosegue il suo percorso accanto alla regista Chiara Becchimanzi da cui trae…

Dalle note di regia

…un gioco meta-teatrale raffinato e dai ritmi incalzanti, che mette in scena il teatro con tutti i suoi “attori”: interpreti scalcagnati, scenografe visionarie, registi con l’esaurimento nervoso, ciniche agenti e sprovvedute produttrici…senza dimenticare gli spettatori, il cui punto di vista è del tutto imprevedibile

Un gruppo di guitti, capitanato da un giovane regista pieno di ideali, si accinge a mettere in scena l’Opera delle Opere: l’Amleto. Dovranno arrabattarsi con la scarsa pecunia, una location improbabile, le angherie del proprietario dello spazio e la difficoltà di avvicinare il pubblico, oltre che confrontarsi con i propri, umanissimi limiti. Perché che si rida o che si pianga, lo spettacolo deve andare avanti!

SABATO 13 Gennaio 2018/ore 20.45

AUDITORIUM ISTITUTO CANOSSIANO DI FELTRE 

DON CHISCIOTTE AMORE MIO di Angelo Maria Tronca
Compagnia teatrale RAUMTRAUM, FRASSILONGO (TN)

Tipo di pubblico: PER TUTTI – Genere: Commedia
Michele Vargiu, dopo i successi degli anni scorsi (Coppia Aperta quasi Spalancata, Disconessi), torna sul palcoscenico di Tinnifoli assieme a Giulio Federico Janni e Chiara Pasqualini con una storia di viaggi fantastici al confine fra genio e follia. Pochi personaggi che diventano una piccola moltitudine. Uno zoccolio, una nube di polvere sollevata dalle pale di un mulino a vento ed inseguita a perdifiato. Perché il nostro cuore è stato fatto col colore rosso, per disubbidire ai limiti di velocità.

Dalle note di regia

“Don Chisciotte Amore Mio” è una rilettura contemporanea del mito di Don Chisciotte scritto da un giovane e brillante attore-autore che racconta, attraverso le chiavi del surreale, del comico, dell’epico e del poetico un probabile ultimo e utopistico viaggio alla ricerca di un’isola felice, o della felicità.

Gli attori, chiamati a dare vita a questo delirante percorso, agiranno e faranno tutto in scena alla maniera dei comici dell’arte affrontando duelli, indossando maschere, realizzando da soli gli effetti sonori, travestendosi, suonando diversi strumenti, animando marionette, cantando, ballando, rivolgendosi al pubblico e dando voce ad animali. Uno spettacolo costruito come una favola per adulti che ci riporterà a quando ogni piccolo gioco o avventura cominciava con “Facciamo che tu…”.

SABATO 10 Febbraio 2018/ore 20.45

AUDITORIUM ISTITUTO CANOSSIANO DI FELTRE 

TRE VITE IN AFFITTO liberamente tratto da “Entrètres” dei Tricicle
Compagnia teatrale OBERON TEATRO, MONTEBELLUNA (TV) 

Tipo di pubblico: PER TUTTI – Genere: Pantomima comica
“Tre Vite In Affitto” è una sequenza di vari momenti di vita quotidiana (comici, paradossali, imbarazzanti, visionari…) di tre giovani artisti che condividono spazi, sogni e incubi e che come barchette di carta nell’oceano in burrasca di questo mondo impazzito, si tengono stretti a se stessi e alla loro arte come unica ancora di salvataggio.

Un genere teatrale già sperimentato a Tinnifoli con “Balera Paradiso”

Dalle note di regia

Non la parola ma il gesto, qui elevato a linguaggio universale, è la prerogativa di questo spettacolo; un lavoro sulla “forma” dove è il corpo dell’attore a fare da cassa di risonanza dei sentimenti, delle intenzioni e delle emozioni che in ogni momento lo governano.
Lo scrittore noir, il musicista sinfonico, l’artista di strada non parlano ma sono immersi in un mondo di suoni (rumori, musiche, voci, versi animali, ecc) al quale replicano con una gestualità eloquente e un corpo vibrante.

Un umorismo sottile e brillante sul moderno vivere che invita al confronto e all’auto-ironia, che aiuta a sdrammatizzare tutto e tutti sempre e comunque e che ci allena a (sor)ridere delle normali traversie di tutti i giorni.
Una forma di comicità irresistibile che si stacca nettamente da quella a cui siamo oramai assuefatti, che la televisione ha imposto anche a teatro.